28.3.12

John Doe e Manga Studio


il numero 18 di John Doe è da oggi in edicola, spero vi piaccia.
non metto ancora nessuna tavola per non spoilerare niente ai lettori della serie.
ne parlerò meglio tra un po'.

mi limito a dare qualche nota tecnica:
il numero è stato realizzato interamente con Manga Studio EX 4 (tranne il fumo che vedete qui sopra che è un pennello di photoshop).
ne ho approfittato per sperimentare diverse soluzioni. purtroppo la cattiva resa della stampa ha reso alcune di queste dei pasticci e per questo tra qualche settimana vi metto su un po' di tavole ad una buona risoluzione.
di solito lavoro a 600 dpi e questi qua sotto sono grosso modo tutti gli strumenti che utilizzo. non è da tanto che uso questo programma quindi sono ancora in fase sperimentale, però mi ci trovo decisamente bene. per quanto riguarda l'inchiostrazione, mi facilita il lavoro molto più di Photoshop e mi da una resa del tratto molto più pulita e precisa. di certo è un programma nato per fare manga, quindi non prevede infiniti effetti e distorsioni come invece fa photoshop. qualcuno in rete ha creato dei pennelli molto utili, bisogna farci parecchie prove prima di prenderci bene la mano ma per quello che è il mio modo di lavorare (molto veloce) facilitano di gran lunga il compito.
se avete domande chiedete pure.
a presto.

(clic to enlarge)

11 commenti:

Ture Nicotra ha detto...

Ma un'occhio alle funzioni vettoriali e a quelle prospettiche di MS gliel'hai buttato? Sono favolose!

Fabrizio Spinelli ha detto...

Complimenti... cintiq o intuos?

flaviano ha detto...

ture: si ma non le uso molto, sono più per un disegno "inuitivo", anche le librerie di oggetti ed architetture, ci ho provato ma sono macchinose da usare.

fabrizio: cintiq :)

CREPASCOLO ha detto...

E' stato come se fosse nuovamente Natale e Santa Klaus - un duro e puro che nemmeno il suo alter ego in JD o quell'altro tizio stecchito da Lobo millanta anni fa - avesse finalmente letto le mie letterine in cui chiedevo si disegnasse un bonellide non mainstream, ma radicato nel gusto di una nicchia considerevole di lettori, come in un mash up di Mucca e Pollo, Tony Salmons, il video dei Queen ''Kind of Magic'', quello degli Stones di Harlem Shuffle, Mario Addis, Mark Badger, Celia Calle, Jorge Zaffino, Ramon Bernado, Massimo Carnevale, Carlos Nine e Corrado Mastantuono.
I primi nomi che mi vengono in mente, claro que si.
Buon Natale a tutti !

devitalizart ha detto...

ti sto per spedire un prosciutto... :D

davide garota ha detto...

Io non disegno col computer e non ho domande da fare. Jhon Doe non mi interessa, non mi è mai interessato però quest'estate ho comprato il numero credendo che lo avessi disegnato tu e sono rimasto male quando ho visto che avevi fatto solo qualche tavola.Adesso comprerò anche questo, ma sappi che lo compro perchè c'è roba tua, hai capito?
Sappilo allora.
E visto che ci sono, sappi anche che appoggio ogni singola lettera del tuo post di qualche tempo fa, quello in cui ti incazzi con D'alò, ci siamo capiti, no?Hai capito di che post parlo, quello di Febbraio insomma.
Hai ragione, hai ragione e basta ( ma questo è solo il mio parere)

rae ha detto...

io sto iniziando a pasticciare in digitale, usando phtoshop. Ma sono nabbo e scarso e risultati lasciano a desiderare più del solito. Ma anche con photoshop c è qualche modalità assistita per l inchiostrazione? che a me vengono delle linee che paion fatte da Cassius Clay. Vero anche che uso una tavoletta ridicola e che sono (appunto) scarso. Posso chiederti qualche suggerimento?

flaviano ha detto...

crepascolo: troppo buono :)

devi: :)

davide: grazie :)

rae: no, con photoshop non c'è nessun modo per tirare linee decenti se non quello di tirarle via velocemente e andare di ctrl z fino a trovare quella giusta (è un arte marziale) oppure ti devi accotentare di un tratto tremolino. in tanti usano photoshop, bastien vives, ted mathot, sara pichelli (se non sbaglio). meglio sarebbe usare illustrator come fa makkox, che ti assiste le linee in modo perfetto. io non mi sci sono mai messo ad impararlo, manga studio è stato più intuitivo.
:)

JoozuJ ha detto...

Ho appena finito di leggere il Num 18 della nuova serie di JD, che dire... OTTIMO! splendide tavole (mi piace molto lo stile "graffiato" del disegno, crdo sia ideale per il personaggio (che a modo suo è graffiante) e sono stato piacevolmete sorpreso dopo aver letto qui nel blog che è stato usata la versione 4 di manga studio, così ne approfitto per comunicare (ma immagino lo sappia già, e non è mia intenzione fare il saccente)che esiste anche la versione dedicata ai comics (e che prende il nome di comics studio) che presente qualche funzione e qualche pennello diverso da manga studio, credoche possa essere utile sperimentare anche quello! Concludo con i COMPLIMENTI! :)

flaviano ha detto...

JoozuJ: grazie, troppo buono :)
si conosco comics studio ma le differenze sono effetti che non utilizzo, cose che di solito si usano prettamente nei manga. grazie comunque.

Joel ha detto...

Sono andato fin nel post di Recchioni riguardante il tuo numero di JD per esprimere quanto mi è piaciuto il tuo lavoro e non solo. Ho trovato nelle tue tavole uno stile ed una freschezza che pochi disegnatori hanno e ho apprezzato tantissimo la caratterizzazione dei personaggi, davvero deludente però la stampa che ha dimezzato l'impatto delle tue chine. Aspetterò di vederle qui sul blog con dei bei neri pieni delle linee nette.
Invece questo programma che hai usato per inchiostrare è free? Sembra interessante, io ho sempre trovato assurda l'inchostrazione a Photoshop perchè appunto credo che senza cintiq il controllo della linea sia davvero pessimo. (usando la intuos intendo, che sembra io disegni con il mouse da come ho scritto)
Ancora complimentissimi per uno dei 10 migliori JD di sempre!