8.11.10

consigli per gli acquisti

ancora niente disegni da queste parti.
ne approfitto per consigliarvi delle letture reperite all'ultima Lucca Comics.

bisognerebbe cominciare con Scott Philgrim appena tradotto dalla Lizard ma ne hanno già parlato a dovere altri miei più capaci colleghi qui, qui e qui.

allora parto con una sorpresa trovata per caso allo stand DC: L'Alcolista di Jonathan Ames e Dean Haspiel

Jonathan Ames oltre ad essere un ottimo scrittore (Io e Henry, Veloce come la notte) è l'autore di Bored to Death, serie tv grottesca e divertente realizzata per l'HBO e magistralmente interpretata da Jason Schwartzman e Ted Danson. nella serie i disegni realizzati da Ray, fumettista depresso, sono proprio di Dean Haspiel che per L'Alcolista utilizza uno stile concreto e spigoloso dando forma a tutti i deliri drammatici ma estremamente divertenti di Ames.
Haspiel, oltre a disegnare supereroi e vari numeri di American Splendor è autore di numerosi (e decisamente ben fatti) web comics, sul sul sito http://www.deanhaspiel.com/

lo avevo snobbato appena uscito in libreria nell'edizione francese, i disegni di De Pins sono straordinari ma troppo perfetti e alla lunga stufano. l'ho ritrovato sullo stand dalla ReNoir e gli ho dato una seconda possibilità. a posteriori ben meritata.
Zombillenium è un mix leggero e divertente di horror comedy e nevrosi dei nostri tempi, crisi, perdita del lavoro, amori e gelosie. Arthur De Pins è sempre bravo.


la lacuna di uscite di questa lucca è stata fortunatamente compensata dalla sorpresa dello stand Bao Publishing che ha portato degli ottimi titoli e dei grandi autori.
su tutti Scott Morse (storyboardista Pixar e grande illustratore) con Tigre!Tigre!Tigre, magistralmente illustrato e strappalacrime. (grazie betta!)

I Kill Giants di Joe Kelly e JM Ken Niimura. racconto straordinario (ne avevo già parlato qui) come straordinari sono i disegni di Niimura, sempre della Bao il suo bellissimo sketchbook.

Red Rocket 7, il nuovo fumetto di Mike Allred. affascinante ed energico come tutti i sui lavori.
tra gli altri titoli Bao di grande qualità: Chew, Lord of Burgher e Pachiderma (di Frederik Peeters)

infine alcuni titoli di amici vivamente consigliati:
Tales of Avalon di Micelli, Paoloni, Maconi (che contiene anche una mia favolosa illustrazione!)

The Retrievers di Matteo Scalera

Cotus e Leon vol.2 di Gaston e Giordano


3 commenti:

Lui ha detto...

Sto smaltendo pure io le sportine coi fumetti di Lucca e al momento direi che, la sorpresa migliore è stata I Kill Giants, ma come storia, sinceramente i disegni non mi hanno entusiasmato allo stesso punto. Sono ottimi e funzionali, ma non rispecchiano i miei gusti personalissimi.

Scopetta con Quinto non uccidere mi è piaciuto molto, meglio i disegni che la storia.

Scott Pilgrim .... allora ... dico che sino al terzo volume ridevo e urlavo al capolavoro, poi a mio avviso c'è stato un calando. Se da una parte i disegni sono diventati molto più regolari e puliti, purtroppo la storia ha perso alcuni colpi di genio (la polizia vegana era da sbrego), puntanto molto o tutto sulle dinamiche di coppia. Ci può stare, ma dopo un po' noi vorremmo vedere i videogiochi dell'inizio. I disegni dicevo, si sono ripuliti, ma pure troppo, nell'ultimo volume gli sfondi sono perfetti, ma i personaggi troppo regolari, troppo tondi, a volte sembravano fatti in vettoriale.
La sestologia rimane però un must.

Maxima delusione per Lord of Burger, diversi disegnatori all'opera rendono il tratto discontinuo e fastidioso, e la storia.... beh... quale storia? No davvero non riesce proprio a catturarmi, e a mio avviso manco fa scattare quel meccanismo di sospensione della realtà che ti fa credere che davvero vanno a reclutare i camerieri in un fast food. Peccato.

Il resto alla prossima, appena finisco di leggere tutto :D

Ah Il risveglio dello Zelfiro vol1 mi è piaciuto molto, sono curioso di leggere il secondo.

pAT ha detto...

Beh... Grazie!

flaviano ha detto...

scoppetta è uno forte!
scott philgrim mi perde parecchio nel quarto numero, l'ultimo però è fantastico!
concordo su lord of burgher, hanno usato barbucci come specchietto per le allodole ma i disegnatori all'interno non sono altrettanto bravi (che poi io li conosco e sono animatori, non fumettisti)
il risveglio dello zafferano non lo conosco...

;)