28.8.12

A.A.A. cercasi assistente - AGGIORNAMENTO

tranquilli, la ricerca non è ancora terminata. mi sono arrivate milioni di mail e sto cercando di rispondere a tutti in modo rapido per non far soffrire a nessuno l'attesa. di solito in questo tipo di annunci si risponde ai soli selezionati, io non amo questa procedura e rispondo a tutti in modo celere, apprezzatelo.

come capita sempre in queste occasioni si crea una gran confusione e la foga di farsi vedere fa perdere attenzione alle cose importanti.
importante per esempio è leggere "inviare portfolio pdf/issuu/online a..." questo vuol dire che non potete inviare qualsiasi formato vi salti in mente. anche in questo senso sono stato paziente ed ho scaricato e visionato qualsiasi file inviato, jpeg sparsi, zip, rar, cad, word... senza penalizzare nessuno.
questo però mi fa capire subito due cose: che non sai leggere un annuncio e che non hai idea di come ci si presenti ad una proposta di lavoro.
se l'annuncio dà delle direttive precise, le devi seguire.
se non hai un portfolio, prenditi del tempo ed assemblalo
se non hai un blog o una pagina online, istruisciti su google e creala. in molti mi hanno mandato il link ad un album pubblico di facebook (o altre piattaforme) e questa è un ottima idea perchè mi permette di sfogliare i lavori in modo veloce e senza dover scaricare e appesantire il mio hard disk
se chiedo un invio per mail è perchè non riesco a seguire commenti sparsi su blog e facebook.

ho ricevuto molti Curriculum. l'annuncio non richiedeva l'invio di un c.v.
non li ho letti, non mi interessa se e quali esperienze avete avuto.  sarà il vostro lavoro a dirmi se avete capacità o meno.

in molti mi hanno scritto dal luogo di vacanza. è estate ed è normale che siate fuori casa, ma mandare una mail senza nessun allegato e nessun link, solo per dire "appena posso te li mando" è perfettamente inutile. non è una gara a chi arriva primo quindi basta aspettare e quando si avrà la possibilità, mandare il proprio materiale.

il modo in cui vi presentate dice molto della vostra personalità, quanto siete precisi, quanto attenti, quanto sintetici o quanto prolissi. scrivere mail chilometriche magari è uno step successivo alla presentazione. forse quando cominceremo a lavorare assieme mi interesserà conoscere la vostra vita. 
ma non ora.

di questo e altro si trova tanto in rete, molti colleghi ne hanno parlato spesso. Roberto Recchioni ne ha parlato, parlato, parlato, parlato e parlato. Emiliano Mammucari ha scritto di recente un libro sull'argmento, non ho ancora avuto modo di leggerlo ma sono sicuro che dispensa consigli preziosi. 
insomma basta digitare su google, è parecchio semplice.

questione tecnica.

"si richiede:
- conoscenza di anatomia e prospettiva.
- disegno realistico, grottesco e flessibilità ad utilizzare quello richiesto."

se non hai mai fatto un disegno realistico o grottesco o umoristico, significa che non hai le conoscenze richieste, quindi candidarsi è inutile
se non hai mai aperto un libro di anatomia perchè copiare le foto è più semplice o conosci solo la prospettiva con punto di fuga centrale, significa che non hai le conoscenze richieste.
se il tuo portfolio non contiene disegni di sfondi, edifici, veicoli o animali, forse non li hai mai disegnati.
non è importante quanti corsi di fumetto hai fatto, evidentemente non ti hanno preparato bene o non ti hanno fatto capire che questo non è il lavoro per te.
è anche molto importante osservare i propri lavori e capire a che livello si collocano. un disegno legnoso, storto, sbagliato, non è manifesto di conoscenza approfondita.
la mia richiesta di flessibilità ad utilizzare stili diversi e tesa alla ricerca della soddisfazione di tutti i tipi di richieste del cliente.
è un tipo di disegno che potremmo definire commerciale.
se hai un solo stile ed è molto particolare, pieno di lacune ma che preso a se è comunicativo e funziona bene, puoi avviarti verso una carriera autoriale e proporti ad editori come Coconino o simili.
di certo non sono i criteri che soddisfano quelli del mio annuncio.

per quanto riguarda il livello della qualità e della conoscenza, provo a fare un esempio concreto.
quelli qua sotto sono dei miei disegni di 6 anni fa. avevo 23 anni, avevo terminato 2 anni di lavoro in uno studio d'animazione ed altri 2 come freelance, avevo completato il liceo artistico, scultura all'accademia di belle arti e 2 anni di regia cinematografica e teatrale.
non sono dei disegni pessimi, tutt'altro. se mi incontrassi oggi mi prenderei come assistente al volo.
ma non sono i disegni di un professionista. non è una qualità che un cliente di alto livello può accettare.


non a caso sono passati sei anni. ad oggi lavoro a pieno ritmo ma sono stati anni in cui non ho mai smesso di disegnare e cercare di apprendere.
ho sfogliato libri e fumetti, ho studiato per conto mio il lavoro di altri artisti, questo post ne è un esempio. ho cercato di reperire in rete tutti i materiali possibili, tutorial, pdf, manuali scaricati da emule e torrent.
ho passato ore a scorrere le migliaia di blog di artisti, illustratori, animatori, cercando di imparare il più possibile.
mi sono iscritto ai forum americani frequentati dagli artisti o da aspiranti come me, scambiando pareri e ricevendo consigli. sei anni fa su Drawingboard.com potevi chiaccherare o vedere i lavori di Bruce Timm, Rodguen, Francesco Francavilla (la persona più gentile del mondo), Ben Caldwell, Milenko Tunjic, Sean Galloway ed altri.
per farla breve, ci sono milioni di modi per imparare e perfezionarsi, da quando c'è internet non ci sono più scuse, imparare non costa nulla.

da qui ad essere dei professionisti però ce ne passa. 
bisogna sapere approcciare e gestire un lavoro, bisogna capire subito le richieste del cliente, assecondarle e se possibile offrire un delight. bisogna conoscere tutti i tipi di formato, non mandare in stampa una tavola in rgb per esempio. bisogna conoscere i metodi veloci ed efficaci per ricevere ed inviare del materiale, ftp e servizi di file sharing.
bisogna imparare a risparmiare lavoro nei punti che non interessano al cliente e stringere i tempi di lavorazione. saper leggere un contratto, una lettera di incarico o di riservatezza. conoscere il diritto d'autore, redigere una nota o una fattura, sapere come si apre una partita iva e come la si gestisce.

assistere il lavoro di un artista significa questo e significa essere pagati per il proprio lavoro.
seguire un assistente significa un impiego di tempo enorme e nessuna diretta retribuzione se non l'aiuto che questo ti da a portare a termine il lavoro.

detto questo ringrazio tutti quelli che hanno inviato e che invieranno la propria candidatura, come detto, risponderò a tutti.

8 commenti:

The Passenger ha detto...

in bocca al lupo!

Andrea Dotta ha detto...

Beh hai ragione su tutto... ma alla fine sembra tu stia cercando un professionista come assistente :) (o poco ci manca)
Spero tu riesca a trovarlo!
Buona fortuna

CeciGian ha detto...

Bravo, raramente ho visto questa chiarezza di argomentazioni ed esigenze, in italia. Continua così, non cedere su nulla che riguardi la professionalità e non te ne pentirai mai. Buon lavoro

Karicola ha detto...

io credo che alla fine avrei scritto le stesse cose...XD

Oreo ha detto...

Cos'è un delight? Non credo abbia nulla a che fare con la delizia.

Oreo ha detto...

No ma, sul serio, cos'è un delight?

Google non mi ha dato una mano.

flaviano ha detto...

il delight è un termine che si usa in ambito di customer care. è quella cosa in più non richiesta dal cliente che lo delizia.

Oreo ha detto...

Ah figo, proprio non avevo idea. Thanks. :)